Storia

Farmacia Internazionale apre i battenti nel 1896 ad opera del dr. Eugenio Pernici con il nome Internazionale Apotheke. In questo periodo Gardone Riviera, cittadina apprezzata per la bellezza del paesaggio e il clima mite, conquista il pubblico europeo, diventando una tappa obbligata del Grand Tour.

Dal 1904 la farmacia di piazzetta Wimmer passa in gestione al dr. Mario Ferrari che vede tra gli abituali frequentatori il poeta Gabriele da��Annunzio.

Il Vate stava allora allestendo il vicinissimo Vittoriale degli Italiani e richiedeva preparazioni, consigli e profumi inviando messaggi custoditi ancora oggi. Nel 1935 Ferrari lascia la farmacia alla guida del dr. G. Battista Storari, detto Nino, che continua il rapporto con Da��Annunzio. Dopo la seconda guerra mondiale, il paese rifiorisce e la farmacia torna ad essere un punto da��incontro per i residenti e per i turisti che ricominciano a visitare il litorale gardesano.

Nel 1956 viene a mancare il dottor Nino e la farmacia passa al figlio Cesare, laureato a Ferrara. Oggi sono i nipoti dr. Albano e dr. Andrea a portare avanti con orgoglio il frutto di una storia lunga piA? di un secolo, sempre al servizio della comunitA� e dei numerosi turisti che ogni anno popolano le sponde del Garda attirati dalla bellezza del lago.

La Storia nella Storia (tratto dal Calendario 2010 delle Antiche Farmacie in Italia)

Solo alla fine del XIX Secolo lo svuiluppo residenziale del piccolo paese di gasrdone Riviera rese necessaria una Farmacia.
Fu aperta dal Dr. Eugenio Pernice, di distinta famiglia Trentina, laureato a Pavia nel 1896.Si appellA? subito Internazionale Apotheke per la frequentazione degli stranieri che avevano scoperto la bellezza e il clima di questa riviera.
GiA� nel 1904 succedeva al fondatore il Dr. Mario Ferrari, bolognese e giA� collaboratore della Bayer e della Carlo Erba.
Gardone Riviera si ingrandiva e l’attivitA� turistica lo rendeva ricercato centro di vita mondana ricco di negozi,ritrovi e giardini.
In questo paese verde di olivi secolari e casette di pietra giunse da piA? celebri lidi il sommo poeta Gabriele D’Annunzio, che se ne innamorA? tanto da farne la sua residenza.
Per Gardone Riviera iniziA? un lungo periodo di fama Europea.
Era un frequentatore della Farmacia e come allievo di Dante pretendeva di appartenere all’ Arte degli Speziali; richiedeva preparazioni, consigli e profumi inviando messaggi dal Vittoriale che stava edificando.
La Farmacia si presentava come oggi, l’ arredo ligneo laccato chiaro con nuove vetrine e i sottostanti cassetti, i simboli in rilievo con l’azzurra coppa di Igea, i putti alati sulla sovrastante cimasa tra albarelli in classico stile secentesco.
Nel 1935 il Ferrari era costretto a ritirarsi ed esprimeva al Vate “…il mio grande dolore per non essere piA? il suo Farmacista, ciA? A? stato il mio piA? alto vanto professionale.
Il nuovo titolare fu G. Battista Storari detto Nino, che giungeva da Verona con la moglie e i giovani figli Cesare e Mario.
Continuava il rapporto con D’ Annunzio, consumatore negli ultimi anni di digestivi ed antiacidi (cachet di bismuto).
Dopo un periodo di depressione durante la II Guerra Mondiale il paese tornA? a rifiorire e la Farmacia, sulla piazzetta centrale del lungolago, rimase il punto d’incontro tra residenti e turisti.
Nel 1956 mancava il Dr. Nino e si apriva un periodo di dolore e difficoltA�.
Finalmente Cesare Storari laureato a Ferrara, prelevava la Farmacia ove lavora oggi, coadiuvato dai figli Dr.i Albano e Andrea, fieri di continuare la dinastia.
Gli autografi di D’Annunzio e il suo ritratto ricordano dall’alto la sua fantastica vicina residenza.

Articolo del Giornale di Brescia del 2010 ( Il calendario delle Antiche Farmacie d’ Italia).

Articolo del Giornale di Brescia del 2010

Articolo del Giornale di Brescia del 2010